Corsi di formazione

Corso di formazione

 

MOVIMENTO PER LA VITA DI PERUGIA

CON LA COLLABORAZIONE DEL CENTRO DI BIOETICA FILÈREMO-PERUGIA

CON IL PATROCINIO DELL’ ISTITUTO DI TERAPIA COGNITIVO INTERPERSONALE – ROMA

Con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

 

CORSO DI FORMAZIONE

LE CONSEGUENZE PSICHICHE DELL’ABORTO VOLONTARIO

 

PERUGIA, 14-15 NOVEMBRE; 28-29 NOVEMBRE 2015

 

PROGRAMMA

 

I fine settimana, 14-15 novembre

 

Sabato  14 novembre 2015

9.00 Registrazione partecipanti

9.30- 10.00 Introduzione ai lavori

10.00-11.30 Dr.ssa  Raffaella Cianfrocca  Aborto: aspetti storici e sociologici

11.30-13.30 Dr. Angelo Francesco Filardo Lo sviluppo del concepito e l’aborto volontario.

 

13.30-14.30 Pausa pranzo

 

14.30-16.00 Dr.ssa M. Pia Buracchini  Lo sportello da Donna a Donna per la sindrome post-aborto a Roma

16.00-16.30 Pausa caffè

16.30-17,30 Dr.ssa Cristina Cacace La gravidanza tra luci e ombrePsicologia della gravidanza e della maternità

17.30- 19.30 Dr.ssa Cinzia Baccaglini Il passaggio alla genitorialità e le conseguenze dell’aborto volontario all’interno della coppia.

 

Domenica 15 novembre 2015

9.00-11.00 Dr.ssa Laura Orsolini Il trattamento farmacologico in gravidanza delle donne che presentano problemi psichiatrici e relazione tra problematiche pregresse e depressione post partum

11.00-11.30 Pausa caffè

11.30-13.00. Dr.ssa Cinzia Baccaglini  Il colloquio con la donna di fronte ad una gravidanza inattesa. Quale etica?

 

II FINE SETTIMANA, 28-29 novembre

 

Sabato 28 novembre 2015

9.00-11.00 Dr.ssa Patrizia Lupo Donne di fronte ad una gravidanza difficile o inattesa: la domanda di aiuto oggi. Esperienza di 30 anni nel Segretariato Sociale per la Vita Onlus

11.00-13.00. Dr.ssa Cristina Cacace Le conseguenze psichiche dell’aborto volontario. Il lutto negato

13.00-14.00 Pausa pranzo

14.00-15.30 Dr. Gianluigi Roscini Analisi delle diverse conseguenze nel vissuto psicosessuale nelle donne che attuano l’aborto volontario.

15.30-16.00  Pausa caffè

16:30-19.00 Dr.ssa Roberta Ponzano Trauma e Dissociazione: correlati neurobiologici. Tecniche e procedure specifiche nel trattamento dei disturbi traumatici

 

Domenica 29 novembre  2015

9.00-11.00 avv. Simone Pillon

Responsabilità genitoriale e minori nati fuori dal matrimonio. La riforma del dlgs 154/2013.

 Le misure cautelari a tutela del minore e del genitore debole 

11.00-11.30 Pausa caffè

11.30-12.30 Dr. ssa Innocenza Ritacco  L’uomo e il suo vissuto nell’esperienza dell’aborto

12.30-13.00 Conclusioni

13.00- 14.30 Pausa pranzo

Ore 14,30 Questionario ECM

 

Ore 15,30 p. Massimiliano Michielan, La dimensione spirituale del post-aborto: la riconciliazione

 

Presentazione del corso

A livello sociale il periodo della gravidanza viene descritto come un momento di massima realizzazione e felicità e ad esso vengono attribuiti soltanto aspetti e valori positivi. Nel caso in cui, invece, l’arrivo di un figlio sia imprevisto o presenti problemi imprevisti, la gravidanza può avere un’evoluzione estremamente dolorosa: l’aborto volontario.

L’interruzione volontaria di gravidanza rappresenta per moltissime donne un evento tragico e traumatico, una soluzione violenta e mortifera a difficili problemi di natura personale, relazionale e sociale. Tutte le ricerche che analizzano l’impatto psicologico dell’aborto volontario mettono in evidenza che le donne che in precedenza avevano una buona funzionalità psichica ne subiscono un drastico peggioramento e trattandosi di un’esperienza traumatica esso può manifestarsi sia nel breve che nel lungo periodo. Il mancato riconoscimento del carattere traumatico dell’aborto e la scarsa informazione che le donne hanno riguardo i disturbi psichici conseguenti, fanno sì che queste vivano il proprio disagio in una pressoché totale solitudine, il che rende ancora più difficile l’elaborazione del trauma.

L’operatore ha il compito di accompagnare la donna in difficoltà senza sostituirla, né sospingerla; questo è un compito a volte difficile da portare a termine e soprattutto non può essere lasciato all’improvvisazione. Su queste premesse si basa il corso: fornire un approfondimento di questo spaccato del disagio psichico avvalendosi di specialisti provenienti da ambiti accademici e professionali diversi, illustrare le modalità di prevenzione e di cura del trauma post-aborto.

 

Destinatari

Psicologi, psicoterapeuti, personale medico e paramedico, assistenti sociali, volontari dei Centri di Ascolto .

 

Al corso sono stati attribuiti 26,2 crediti ECM per tutte le professioni sanitarie (ID reg. 141896).

 

Responsabile scientifico

Dr.ssa Cristina Cacace, psicologa, psicoterapeuta, consulente sessuologa, terapeuta EMDR, ricercatore clinico presso Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale – Roma

 

Docenti

Dr.ssa Cinzia Baccaglini, psicologa clinica e di comunità, psicoterapeuta sistemico-relazionale, terapeuta EMDR.

Dr.ssa M. Pia Buracchini, psicologa e sessuologa, Sportello “Da donna a donna”, Roma

Dr.ssa Cristina Cacace, psicologa, psicoterapeuta, consulente sessuologa, terapeuta EMDR, ricercatore clinico presso Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale – Roma

Dr.ssa  Raffaella Cianfrocca, sociologa

Dr.ssa Laura Orsolini, psichiatra psicoterapeuta

Dr. Angelo Francesco Filardo, ginecologo, segretario nazionale AIGOC e Presidente Federazione Regionale dei CAV e MpV Umbri

Dr.ssa Patrizia Lupo, Assistente Sociale, responsabile operativa del Segretariato Sociale per la Vita Onlus

P. Massimiliano Michielan, Teologo Morale, Psicologo  psicoterapeuta, docente presso Pontificia Università Antonianum  – Roma.

Avv. Simone Pillon, avvocato cassazionista, consigliere nazionale Forum associazioni familiari

Dr.ssa Roberta Ponzano, psicologa psicoterapeuta esperta in Psicotraumatologia, Supervisore EMDR

Dr. Gianluigi Roscini, psicologo, specialista in Psicologia clinica e Psicoterapia, perfezionato in Criminologia e Psicopatologia forense, Perito presso il Tribunale Ecclesiastico Umbro, Perito e CTU presso il Tribunale di Perugia.

Dr.ssa Innocenza Ritacco, psicologo clinico, psicoterapeuta ad indirizzo cognitivista, Azienda Ospedaliera S. Maria della Misericordia, Perugia

 

Segreteria organizzativa

Movimento per la Vita di Perugia

Strada Santa Lucia, 56 – Perugia

mpvumbria@gmail.com

www.mpvumbria.org

Tel. e fax 075 5847231 – Cell. 333 5671890 – 348 6842253

 

Attestato

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

 

Al corso sono stati attribuiti 26,2 crediti ECM per tutte le professioni sanitarie (ID reg. 141896).

Provider ECM: Consulta Umbria Srl. ID-Provider:  916

 

Iscrizioni

 

Chiusura iscrizioni: PROROGATA A LUNEDì 9 NOVEMBRE 2015.

Quota di iscrizione: € 220,00;

Quota agevolata € 180,00:  giovani fino a 30 anni; iscritti  ITCI, AIPPC, EMDR; ricercatori ITCI, allievi e ex allievi Scint;

iscrizioni insieme ad almeno un collega, iscrizioni entro il 15 ottobre 2015, iscrizioni senza richiesta di attestato ECM.

Ulteriori agevolazioni per uditori volontari dei Centri di Ascolto afferenti ad associazioni di qualsiasi tipo: da concordare con la Segreteria.

Il contributo deve essere versato sul c/c intestato a: Movimento per la vita di Perugia, str. Santa Lucia, 56  – Perugia – IBAN IT 53 S 02008 03037 0000 29430753

LA SCHEDA DI ISCRIZIONE IN ALLEGATO, IN FONDO ALLA PAGINA.

Contattare la segreteria organizzativa per indicazioni su dove alloggiare a tariffe convenzionate.

 

IL CORSO DI FORMAZIONE E’ REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PERUGIA
ALLEGATI
schedaiscrizione_leconseguenzepsichiche.doc

 

No Comments

Enroll Your Words

Bobby Massie Authentic Jersey 
To Top